Un evento Enjoy Progress

12/01/2019 0 Di Eowyn Milis
Un gruppo di giovani entusiasti, tre scrittori appassionati, un pubblico variegato e complice.
Questi gli ingredienti di un’alchimia fresca e riuscita, andata in scena ieri, venerdì 11 gennaio, presso l’aula Paolo V dell’Universita’ di Pescara. Quando è un’associazione culturale giovane, nel duplice significato di recente costituzione e di età media alquanto bassa dei suoi membri, a organizzare un evento, i più tendono a trincerarsi dietro all’indifferenza, se non a una supponente sufficienza. E infatti, non si è visto nessun politico o intellettuale di chiara fama, ieri. Peccato per loro. Hanno davvero sciupato un’occasione. Perché l’incontro organizzato da Enjoy Progress e coordinato da Simone Biondo con Giancarlo Giuliani, Luca Pompei e Francesco Ricci sul tema del giallo e del noir, come categorie dello spirito prima ancora che come generi letterari, è di quelli che restituiscono la fiducia nel futuro, oltre che la voglia di frequentare i luoghi della cultura, troppo spesso ridotti a stanche celebrazioni di riti antiquari, incapaci di comunicare alcunché al grande pubblico.
Con semplicità e in un clima di ricerca autentica, i tre scrittori si sono messi in gioco generosamente a partire dalle proprie esperienze e, incalzati dalle domande del pubblico, si sono avventurati nei meandri insidiosi di temi e questioni scottanti quanto attuali: la natura del male, il rapporto tra individuo e società, il sogno di cambiarla, la società, la giustizia e l’etica. Il tutto attraversato dal gusto carsico del confronto reale. Dell’ascolto e del soppesare davvero l’opinione dell’interlocutore.
Alla fine dell’incontro, gli uscieri hanno dovuto quasi portar via di peso gli intervenuti, a ulteriore conferma, seppure ve ne fosse bisogno, del fatto che la cultura, quando è vera Cultura, non solo alletta e intriga, ma anche intesse relazioni, accende le menti e cambia le persone.
(Eowyn Milis)