Variazioni in Sol Maggiore

14/10/2017 0 Di Giancarlo

Florideo Alfonso Matricciano

VARIAZIONI IN SOL MAGGIORE, Tabula fati, 2014

Davvero notevole questa raccolta di Florideo Matricciano, che ci offre una raffinata trama di riferimenti culturali in situazioni di assoluta normalità: microcosmo e macrocosmo s’intrecciano, gli oggetti quotidiani prendono vita e assurgono a simbolo.

Il poeta si ferma spesso su realtà apparentemente minori, quadri e forme di un fluire di esistenza a cui troppo poco si presta attenzione. Si nota allora come lo sguardo indaghi, scorga “mondo” offuscati o semplicemente celati allo sguardo degli altri, di quant non sanno soffermarsi sulla vita delle cose.

[…]

Su tutto aleggia lo scorrere del tempo e i versi si popolano di clessidre, di soffi di vento, di fruscii, eco, vibrazioni, arpeggi… in un intelligente trascorrere dal particolare all’universale.

[…]

L’intera raccolta appare linguisticamente ardita, con pregevole intreccio di suoni e capacità di creare nella mente del lettore immagini assai vivide, grazie anche all’uso sapiente degli spazi. Pause, questi spazi, che danno al lettore l’opportunità di fermarsi, magari di unirsi al poeta nel suo viaggio, come sempre accade con la vera poesia: ci si sente viandanti in un cammino comune.

G.G.