Il Direttore (una storia al tempo del Reich)

Un bel libro, “Il Direttore”, su alcuni momenti della vita di Wilhelm Furtwangler. Ecco l’inizio del libro:

Primo movimento

 Nella semioscurità del crepuscolo che aveva avvolto lo studio, sprofondato sulla sua poltrona, Wilhelm taceva. Finalmente, con un movimento impercettibile delle palpebre, alzò lo sguardo in direzione del foglio accartocciato e scaraventato con furore, prop rio pochi istanti prima, lontano da sé.
Leggi tutto
Di Giancarlo 11/11/2017 0

Lucia Vaccarella: La Besa

Lucia Vaccarella, La Besa, Solfanelli editore, 2016

 

Un libro molto interessante, fin dal titolo. Vi si allude, con termine quasi intraducibile in italiano, a una sorta di patto d’onore, di legame familiare che si estende ben oltre spazio e tempo e permane, costituendo un legame indissolubile tra le generazioni.… Leggi tutto

Di Giancarlo 11/11/2017 Off

Florideo Matricciano: Oltre il mare Lizeh

Florideo Matricciano, Oltre il mare Lizeh, 37 copie numerate e firmate, 2017, Fuori Commercio

Nota dell’autore:

In Oltre il mare Lizeh parola e scrittura muovono da posizioni liminari, di confine, che si esplicitano attraverso un irripetibile, specifico, soggettivo ‘sostare sulla soglia’ (l’istante iniziale, predittivo a volte del transito) nel farsi vissuto ed esperienza del limite … della comunicazione, del linguaggio, del sé e del contatto.… Leggi tutto

Di Giancarlo 10/11/2017 Off

Studenti del Marconi: 1. Maria Esposito

Boketto

 

Il mondo

non è serie,

miglioramento.

È un organismo sbagliato

che incede goffamente

 

Nessuna pace

solo

mutazioni involontarie

 

Fiori nascono dai cadaveri del passato

intorno a noi, terra fertile

 

Ricominciare

era compreso dall’inizio

 

Both sides now

In ogni momento fuggo

enigmatici
ricordi candeggiati,
Come barca fugge il tempo
mi immergo nel disordine,
insidioso rifugio

 … Leggi tutto

Di Giancarlo 09/11/2017 0

Stimmung

STIMMUNG

Existential vocation, I dare say
living poetry as an absolute choice
without alchemical or conciliatory
memories, continous overturning
of ancient promises, obsessions, myths.

Seclusion is an elective condition,
keeps the keys of mistery
so words may become life

I am unrelated to confession,
to the coming out of the private
dimension, poetry is knowledge,
refusal of magic and alchemy
although I knew their essence.… Leggi tutto

Di Giancarlo 06/11/2017 0

Con nostalgia: Marco Tornar su Diospolis

 

PRESENTAZIONE

Nella mia presentazione al bellissimo romanzo di Giancarlo Giuliani ho tentato un’analisi letteraria avvalendomi anche di formulazioni proprie della critica storico-musicale. Subito, tuttavia, ho invitato il lettore a lasciarsi scivolare indietro nel tempo, fino al VI secolo a.C. senza porsi pregiudizi o domande, ad abbandonarsi fiducioso all’evocazione narrante. Perché il poeta del Liber alchemicus ha fatto sì rinascere magistralmente uno dei più affascinanti “grandi iniziati”, per dirla con Edouard Schuré, che annoveri la Storia – ma lo ha anche celato sotto il nome di Savrias.… Leggi tutto

Di Giancarlo 04/11/2017 0

Liber Alchemicus

Recensione (da Eowyn Milis)

(Giuliani, Giancarlo, Liber Alchemicus, Tracce, 2009)

È già tutto nel sottotitolo: pro-logos/pre-logos. Fin dal suo prologo, il viaggio iniziatico allude alle stagioni del “pensiero magico”, nell’antecedenza del logos; o forse, anche, nel suo fatale superamento? Il viandante ha ben chiari gli ostacoli da affrontare e le difficoltà da oltrepassare, imponenti e (perché?) cristallizzate da secoli polverosi, “da quando un uomo predisse l’inutile sintassi del vero” e “dal giorno in cui un seme divino si sparse sulla materia”, condannandoci tutti ad “un rito perenne d’iniziazione”, a scandire “i tempi della storia, rinnegando la nostra origine alchemica”.… Leggi tutto

Di Eowyn Milis 03/11/2017 Off

Da “Libro perduto”: una traduzione in rumeno

Grazie a Valentina Corcodel, 20 poesie dal mio “Libro perduto” sono state tradotte in rumeno e pubblicate su Literatura și Arta. Ecco di seguito la prima, “Tramonto”:

APUS

De unde vine această culoare

ce anuntă minunea eternă

a nopții? Ce freamăt

agită natura

in așteptare_ Viața șerpuiește

acolo unde nu apare apa,

rămănem incapabili să vorbim,

ultima lumină spălăcește

fiece rocă

 

TRAMONTO

Da dove viene questo colore

che annuncia il miracolo eterno

della notte?… Leggi tutto

Di Giancarlo 29/10/2017 0

Poesia. 3.

BOLOGNA, 1977

La mano scaglia frammenti

di morte: varcata la linea, chiusi gli occhi

ardenti, svanito l’urlo

felice. Sbiaditi

ulissidi, ancora in terre lontane.

 

Quel volto non era il nostro, parlava

una lingua straniera, evocava

fratelli dal volto bruciato, piazze

arse dal sole. Il buio

ci accolse, sentimmo l’arrivo

della sconfitta, il nemico

con le mani piene di sale.… Leggi tutto

Di Giancarlo 18/10/2017 0