Corso DAMS al Marconi

Man Ray – da “Les six masques voyantes” 1970 litografia, numerata 58/80 cm 50 x 70 –  Studio Marconi, Milano 1970 – Firmata. Collezione privata Giancarlo Giuliani

Corneille Guillaume Beverloo (Liège 1922 – Auvers-sur-Oise 2010), Femme à la fleur, litografia firmata a mano e numerata. Copia 88/100. Dimensioni immagine: 41×30. Collezione privata Giancarlo Giuliani

Concetto Pozzati, Chalet delle rose, rotoflessografia su lastra rigida in alluminio – 1972, Multipli Jabik – Tiratura: 2100 – Collezione privata Giancarlo Giuliani

Emilio Scanavino, Dall’alto in basso, serigrafia su lamiera, 55×75, Multipli Jabik,1972,  tiratura 2100 – Collezione privata Giancarlo Giuliani

Nel nono incontro del corso PON – DAMS “Codici trasversali” si è parlato di arte come sberleffo, provocazione, spinta all’innovazione.… Leggi tutto

Di Giancarlo 06/06/2018 0

Officina Marconi: Eowyn Milis

Mi ricordo.

Al bagliore di un sole di seconda classe, io mi ricordo.

Alla morte non si addice che il fuoco fatuo del neon.

O spereresti che una puttana possa ambire a tanto?

Chanel numero cinque mascara blu

cola come un rigagnolo

giù giù, sulla guancia, sotto il mento

Le lacrime della processione di Pasqua

di Nostro Signore Marilyn Manson.… Leggi tutto

Di Giancarlo 01/06/2018 0

Cari studenti, non chiedetemi del ’68

Quest’anno saranno 50 anni dal Sessantotto. Immagino le celebrazioni e le condanne, le interviste a raffica, le nostalgie velate di alterigia, quell’alterigia troppo spesso tipica di quelli che “hanno fatto il Sessantotto” e portano questa affermazione come una sorta di permesso permanente di dire sciocchezze.

Mi avete chiesto a suo tempo di Lotta Continua, di come fosse manifestare per le strade, in quei tempi velati dal fascino di tanti racconti.… Leggi tutto

Di Giancarlo 16/05/2018 Off

La gatta di Penelope

Eccolo là, quello sciocco ammasso di pulci! Fino all’ultimo si è dovuto mantenere fedele a quel che è sempre stato, un credulone sentimentale   rimasto in attesa di quel vagabondo del suo padrone per tutti questi   anni!” pensò, mentre si stiracchiava con fare ostentatamente indolente   per poi esibirsi in un sonoro sbadiglio di rammarico, pietà e stizza,   mischiati tutti insieme in un’improbabile miscela.Leggi tutto

Di Eowyn Milis 30/04/2018 0

A un amico, dopo qualche tempo

 

Ricorderò sempre quando, alle prese con la relazione conclusiva dell’anno di prova, ti chiesi consiglio su come strutturarla e tu, senza esitazione alcuna, prorompesti in un: “Prima di tutto il titolo: Perché non possiamo non dirci professori!”. Lì per lì, rimasi un po’ confusa, lo confesso: d’accordo, l’idea mi solleticava, ma davvero non possiamo non dirci professori?… Leggi tutto

Di Eowyn Milis 20/04/2018 0

Cultura in esilio?

Se per “cultura” si intende in senso lato ogni attività umana e l’insieme dei prodotti che ne derivano, alla domanda del titolo va sostituita un’affermazione: la cultura non è in esilio, non è in crisi, è in movimento, come è sempre stato e come sempre sarà.

Si tratta di indagare semmai la natura di tale movimento, cercando di ipotizzarne la direzione.… Leggi tutto

Di Giancarlo 17/04/2018 0

da Literatura și arta

Cu busele strânse

Reînnoim prima întâlnire
și salutăm acum noaptea
ca atunci când ieșim în vântoase
șă descoperim melodîîle
liniștii. Cu busele strânse
aștept o privire,
izvorând lumina
ce va deschide porțile
acestei bolnave indiferențe.

A labbra serrate

Rinnoviamo il primo incontro
e salutiamo ancora la notte
come quando uscimmo nel vento
e scoprimmo l’incanto
del silenzio.

Leggi tutto
Di Giancarlo 08/04/2018 0

Officina Marconi: Bruno Cafarelli

Vorrei essere Charles Bukowski!
Se fin da piccolo
il mio mito era Kurt Cobain
con l’uomo tigre
e Bud Spencer,
adesso è solo Charles Bukowski

Per quanto sia nostalgico
sono sempre stato
schiavo dei miei limiti
sono cappuccetto rosso
perso in questi sottoboschi artistici.

Vivo nel ventre della paranoia
Credici
mi dicono,
credici
e arriverai
alla Bocconi
o a Sanremo,
oppure ad Amici
a baciare il culo alla de Filippi

Fidati,
mi dicono,
fidati,
ce la fai.… Leggi tutto

Di Giancarlo 30/03/2018 0

Officina Marconi: prove di traduzione. Cristofer Orsini

Esercizio di traduzione da una poesia di Giancarlo Giuliani

Il poeta malato
Occorre spingersi oltre le colline
mentre la luna allaga il cielo
e i colori dormono sotto la neve.
Sulla soglia di una perdita
l’aria si fa densa di echi
e la vita resta sospesa
mentre l’ala del dolore
solca il buio e ci dona una luce
senza calore: in essa perdiamo
la nostra innocenza, percorriamo
il mare di tutte le vite vissute,
ma il ricordo muore al fiorire
del giorno e il volo
si fa passo pesante, vano
rincorrere un sogno smarrito.
Leggi tutto
Di Giancarlo 28/03/2018 0