L’ultima fuga (Daniela Quieti, 2011)

C’è il respiro della vera poesia in questa raccolta di Daniela Quieti. Un incipit felicissimo e un finale che ha l’incisività di un’epigrafe sembrano raccogliere in circolo tutte le composizioni, cinquanta, che non a caso recano un numero progressivo: “A chi importa / il mio passato /sono nata all’alba / e il crepuscolo / già si avvicina.” A questo inizio che, collegato con il titolo della raccolta, potrebbe far pensare a una poesia fatta di rimpianti e di malinconie, si oppone con forza, fin dalla prima poesia, il richiamo alla vela gonfiata dal vento e al potente scorrere della linfa nell’albero, a significare vitalità, amore per l’esistenza, pur nella consapevolezza della fugacità del tempo.… Leggi tutto

Di Giancarlo 17/01/2019 0

Un evento Enjoy Progress

Un gruppo di giovani entusiasti, tre scrittori appassionati, un pubblico variegato e complice.
Questi gli ingredienti di un’alchimia fresca e riuscita, andata in scena ieri, venerdì 11 gennaio, presso l’aula Paolo V dell’Universita’ di Pescara. Quando è un’associazione culturale giovane, nel duplice significato di recente costituzione e di età media alquanto bassa dei suoi membri, a organizzare un evento, i più tendono a trincerarsi dietro all’indifferenza, se non a una supponente sufficienza.… Leggi tutto
Di Eowyn Milis 12/01/2019 0

Vittorio Piccirillo su NEMESIS

 

Vi sono vicende moderne che sorprendono per la ricchezza di elementi mutuati dall’antichità. Vi sono poi vicende ambientate in altre epoche, future come spesso accade nella fantascienza, o passate nel caso dei romanzi storici come questo, che sorprendono per la loro attualità.

Il ritrovamento di un antico papiro dal valore inestimabile innesca una spirale di violenza che culmina in una serie di efferati delitti, dei quali il protagonista del romanzo deve venire a capo.… Leggi tutto

Di Giancarlo 02/01/2019 0

Marco Pavoni su «Poema minimo»

Il distillato che diventa consapevolezza: per una lettura di “Poema minimo” di Giancarlo Giuliani

          Se la poesia, tra le tante parole inessenziali contemporanee, rappresenta una “nicchia” in cui il senso dell’artigianato dei poeti si purifica, trasformandosi in un distillato dotato di verità, allora sembra possibile sostenere la tesi secondo cui i versi di Giancarlo Giuliani rappresentano un’immagine compiuta della vera poesia.… Leggi tutto

Di Giancarlo 27/12/2018 0

Su Poema Minimo

 

Una delle prime caratteristiche di Poema minimo a colpire il lettore è, inevitabilmente, il titolo. Minimo come volutamente sotto le righe, ridimensionato o relativo, si potrebbe sospettare. Minimo come frammentario, asistematico, alieno o addirittura ostile a ogni “grande narrazione” o mitopoiesi, si potrebbe supporre. Nulla di più sbagliato. 

Come e più che negli altri suoi testi, qui il poeta lascia che l’esperienza e il vissuto si trasformino in carne e sangue, o, che è uguale, in versi e parole che non si limitano a dire l’Essere.… Leggi tutto

Di Eowyn Milis 23/12/2018 0

Tra poco saranno dieci anni…

SANTA MARIA DI FARFA

 

Sono stanco di quest’acqua torbida,

del silenzio ossessivo degli uccelli,

mentre la luna vaga tra disfatti

sobborghi e dai ciechi palazzi forte

giunge il grido lamentoso del vento.

 

(Giancarlo Giuliani – Notte di Natale 2009, nel buio davanti alla propria casa inagibile, a L’Aquila)Leggi tutto

Di Giancarlo 24/11/2018 0

IL LABIRINTO

Il 14 novembre 2018, nell’Aula Magna del Liceo Marconi, ho tenuto una lectio su alcuni momenti della poesia inglese del Novecento. Riporto di seguito la prima parte dell’intervento, quella che tratta “in generale” dell’approccio alla poesia. [G.G.]

IL LABIRINTO

Il titolo di questo intervento suggerisce una situazione di difficoltà e di mancanza di certezze.… Leggi tutto

Di Giancarlo 14/11/2018 0

Filosofi

Spesso in televisione appaiono, a volte come emersi dal nulla, ospiti di talk-show che vengono definiti “filosofi” e discettano di tutto e particolarmente “contro” tutto.  La loro bio-bibliografia contiene spesso molti titoli, ma niente di più che pamphlet o instant book o riflessioni che sanno tanto di minestra riscaldata. Ma una volta, per essere definiti “filosofi” non occorreva aver costruito un sistema o almeno delineato le linee-guida di una “spiegazione” del mondo?… Leggi tutto

Di Giancarlo 14/10/2018 2

Traditio lampadis

Parole antiche sulle quali sarebbe opportuno meditare, in tempi come i nostri, nei quali pare che l’ignoranza e il rifiuto del passato siano motivo di vanto:

«Se qualcuno a questo punto mi chiedesse: “perché dunque, come accade per i cinque pianeti, non è stato allo stesso modo determinato il moto di queste [delle comete]?» – a costui io risponderei: «Sono molte le cose di cui ammettiamo l’esistenza, ma ignoriamo quali siano le loro qualità».… Leggi tutto

Di Giancarlo 08/10/2018 1