LIBRO PERDUTO (nuova edizione)

10/03/2020 0 Di Giancarlo

La poesia “Viene a noi con passo leggero” è la gemma del “Libro perduto”, degna di essere menzionata su tutte antologie, scolastiche e no, del nostro paese. Gli ultimi versi tratteggiano una personale poetica, “Vorrei il dono,/di un rimpianto, la benedizione/di un attimo perduto, entrerei/nell’aria e sarei infine cosciente”. La volontà da parte di un poeta italiano di oggi di entrare nell’aria buca la stessa mirabile domanda leopardiana su cosa sia, cosa faccia, l’aria. Allora se questo libro è davvero “perduto” vorrà dire che si è rinfiammato lo spirito, e che Giuliani è pronto – sull’emozione trasmessa dalla sconosciuta scrittrice americana – a ballare con Dio.

(dalla postfazione di Marco Tornar)